Razza canina Bull Terrier Inglese: origine, carattere, caratteristiche e prezzi dei cuccioli

Razza canina Bull Terrier Inglese
Razza canina Bull Terrier Inglese

Il Bull Terrier inglese è una razza, creata appositamente per essere utilizzata nei combattimenti, si contraddistingue per la sua spiccata dinamicità e agilità. Nonostante l’aspetto da “cattivo” questo cane è invece piuttosto mansueto ed è anche capace di starsene calmo in compagnia dei bambini. Vediamo le principali caratteristiche che contraddistinguono questa razza canina.

Le origini del Bull Terrier inglese

UK

Nazionalità: Gran Bretagna

Classificazione F.C.I.: n.11 Sezione 3: Terrier di tipo bull.

Il Bull Terrier inglese, il cui nome deriva dai due termini anglosassoni “bull and terrier”, deriva dalla fusione e selezione di due razze canine (appunto bull e terrier). L’origine del Bull Terrier si rinviene in Inghilterra dove, all’inizio dell’800, le due razze del Bull e Terrier venivano impiegate nel corso di combattimenti, in quanto particolarmente aggressive e feroci. Più tardi, tramite numerosi tentati vidi incroci ed accoppiamenti vari, nel 1850 è stata ottenuta la razza del Bull Terrier inglese, che presenta i tratti caratteriali principali dei discendenti e si distingue per il carattere forte e determinato (addirittura pare che tali esemplari fossero utilizzati anche nei combattimenti contro gli orsi). In particolare, fu grazie all’allevatore inglese James Hinks che si è arrivati ad ottenere la razza canina del Bull terrier inglese che conosciamo noi oggi. Il primo esemplare di cane che si avvicina a quello odierno è stato presentato nel 1862 ad una mostra canina nella categoria del “Bull Terrier”. Si trattava di una femmina di colore bianco, chiamata “Madman”. Da allora questa razza canina inglese ha ottenuto grande successo e consenso, ma il riconoscimento ufficiale è arrivato solo nel 1917, con la denominazione di “Lord Gladiator”, proprio per le sue spiccate capacità di attacco e difesa durante i combattimenti.

Carattere ed attitudini

Nonostante il suo temperamento fiero, determinato e coraggioso, il Bull Terrier inglese è anche piuttosto calmo e mansueto: può essere benissimo allevato in famiglia con i bambini. Poichè ha un carattere forte e dominante, è necessario che il padrone sappia educarlo nel modo migliore, esigendo rispetto senza opprimerlo. Il Bull terrier, nonostante l’aspetto temibile, è in realtà un ottimo cane da compagnia, purchè si rispettino i suoi spazi e i momenti in cui vuole essere lasciato in pace. Un aspetto da tenere sempre presente è che questo cane ha bisogno di socializzare fin da subito con altri cani e con le persone. Solo così il suo carattere diventerà abbastanza socievole e sicuro di sé. In genere questo cane non abbaia molto e non è particolarmente rumoroso. Una caratteristica particolare di questo cane è che ha bisogno di dormire parecchie ore al giorno, ma quando è sveglio è molto attivo e predilige i giochi all’aperto. Pare che quando è cucciolo arrivi a dormire anche per il 50% della giornata. Il Bull Terrier dovrebbe praticare un po’ di attività fisica ogni giorno per mantenersi in salute.

Aspetto e caratteristiche

La corporatura del Bull Terrier inglese è piuttosto tozza e muscolosa, la razza è medio-piccola. Una caratteristica fisica che lo differenzia da altre razze canine è la forma della testa, che è ovoidale. C’è chi teme questo cane perché ritiene che il suo aspetto sia aggressivo (gli occhi, piccoli e triangolari accentuano questa sua tipica aria da “cattivo”). Una variante della razza tradizionale è la “miniature”, più piccola e quindi più adatta ad essere tenuta in casa.

Pelo, colore, taglia e peso

Pelo: il Bull Terrier presenta un pelo piuttosto corto che aderisce perfettamente al corpo e non è fitto. Le macchie si concentrano soprattutto sulla testa.

Colore: è possibile trovare esemplari di colore bianco, marrone e tigrato.

Taglia: il Bull terrier è una razza medio-piccola, nella variante “miniature” invece le dimensioni sono ridotte.

Peso: in realtà non vi sono standard fissi. Il peso dell’esemplare maschio è di circa 30 chili, mentre la femmina potrebbe arrivare a pesare circa 24 chili.

Dove può vivere, longevità, salute, alimentazione

Dove vive meglio: l’habitat ideale per un Bull Terrier è proprio la casa, meglio se si tratta di un appartamento spazioso. Tenere questo cane in giardino soprattutto nei mesi invernali non è consigliabile, in quanto particolarmente sensibile al freddo. Poiché questo esemplare è un gran dormiglione, avere un comodo divano a disposizione è già una grande gioia!

Longevità: l’aspettativa media di vita di un Bull terrier è di circa 11 anni, se non si ammalano di patologie croniche tipiche della razza.

Salute: in generale un Bull Terrier non si ammala facilmente, se si seguono alcune sane abitudini ed un corretto stile di vita. Poiché il pelo è assai sensibile, soprattutto se è bianco potrebbe risentire di allergie e dermatiti. Una patologia abbastanza diffusa tra cani di questa razza è la sordità: per scongiurarla, si consiglia di eseguire controlli specifici fin dai primi mesi di vita.

Consigli: il Bull Terrier è un animale dal temperamento piuttosto forte (vanno sempre ricordate le sue origini, nonostante la sua moderna evoluzione) e quindi necessita di un addestramento serio e coerente. Per il padrone di un Bull terrier può essere utile seguire qualche corso di addestramento per imparare alcune “dritte” sull’educazione del cane.

Alimentazione: affinchè il cane mantenga il benessere psico-fisico nel corso del tempo e sia sempre attivo e vivace, bisogna avere cura del cibo e degli alimenti che mangia ogni giorno. Per prevenire le intolleranze alimentari di cui anche i cani purtroppo soffrono, sarebbe consigliabile acquistare mangimi senza conservanti, biologici, privi di coloranti e additivi.

Prezzo Cuccioli

Prima di acquistare un cucciolo presso uno dei tanti allevamenti di questa razza canina è necessario valutare una serie di elementi, tra cui le condizioni in cui vengono allevati i cuccioli, in che stato di salute si trovano e se hanno partecipato in passato ad esposizioni e mostre canine. L’acquisto di un cucciolo presuppone che vi sia un rapporto di stima e fiducia nei riguardi dell’allevatore. E’ consigliabile aspettare almeno dieci settimane prima di portare il cane a casa. Per quanto concerne il prezzo, questo varia a seconda degli allevamenti. Ve ne sono alcuni che vendono cuccioli al prezzo di circa 700 euro, ma se si tratta di esemplari che partecipano ad esposizioni e competizioni canine il prezzo potrebbe anche arrivare ai duemila euro. Per i cuccioli appartenenti alla razza “miniature” in genere si parte da un minimo di mille euro ad esemplare.