Volto di donna con attacco di agorafobia

Tra i disturbi dell’ansia, l’agorafobia è tra i più comuni e tra i più invalidanti che si trattano. Sono molte le persone al giorno d’oggi che non conoscono questo disturbo o che non sanno che lo stanno vivendo. In questo articolo trovi la risposta a domande come: cos'è l'agorafobia, quali i sintomi più comuni e quali le tecniche che possono dare sollievo ed aiutare a superare questo disturbo che, nei casi più estremi, può incidere in modo negativo nella vita della persona che ne è colpita.

Agorafobia: cos'è

L’agorafobia è l’ansia di trovarsi in posti o situazioni nelle quali la fuga può essere difficile o imbarazzante o nei quali non si può disporre dell’aiuto necessario in caso di un attacco di panico. Le situazioni più comuni prevedono lo stare soli in casa, essere in mezzo alla folla o aspettare in fila, in ascensore, in macchina, in aereo, etc.

Per riassumere un po’, si può dire che l’agorafobia è un insieme di fobie e paure che si scatenano quando una persona non si trova in un “luogo sicuro”. Chi ne soffre sa perfettamente che questa paura è una paura irrazionale ma, nel profondo, per quanto se lo ripeta, non si convincerà del fatto che al di fuori del proprio luogo sicuro (come ad esempio la casa) non gli succederà nulla.

Sintomi dell’agorafobia

L’Associazione Americana di Psichiatria classifica l’agorafobia in questo modo:

  • Attacchi di panico con agorafobia;
  • Agorafobia senza storia di attacchi di panico;
  • Attacchi di panico senza agorafobia.

In base al tipo di disturbo che si manifesta e in base alla persona che subisce questo problema, i sintomi possono essere diversi.

I sintomi più comuni sono

  • Paura di restare solo in qualunque situazione;
  • Paura di stare in luoghi affollati;
  • Paura di perdere il controllo in un luogo pubblico;
  • Paura di essere in luoghi in cui può essere difficile uscire, come un ascensore o un treno;
  • Incapacità di uscire di casa per lunghi periodi;
  • Senso di impotenza;
  • Dipendenza eccessiva dagli altri;
  • Disturbo di depersonalizzazione.

Altri sintomi

  • Difficoltà a respirare;
  • Vertigini;
  • Sudorazione eccessiva;
  • Battito cardiaco accelerato;
  • Nausea;
  • Mal di stomaco e diarrea;
  • Dolore al petto;
  • Perdita di controllo;
  • Difficoltà a deglutire;
  • Paura di morire.

Come superare l’agorafobia

Chi riesce a superare l’agorafobia è una persona coraggiosa che supera i propri limiti, facendo le cose indipendentemente dai ciò che teme. In generale ci sono alcuni comportamenti che riducono i sintomi di questo disturbo.

Terapia comportamentale e di esposizione
Affrontare le proprie paure e compiere azioni “scomode” è un buon inizio per vincere l’agorafobia. Prima di tutto è necessario costringersi ad uscire dalla propria “zona di comfort” e poi occorre affrontare le proprie paure poco alla volta. Per esempio, se si ha paura di guidare su ponti molto alti, si può partire guidando su ponti bassi; se si ha paura dei luoghi in cui c’è tanta gente sconosciuta, si può provare ad andare in luoghi in cui ci sono pochi sconosciuti e via dicendo.

Lavorare e confrontarsi con le proprie paure irrazionali, poco a poco, migliorerà la situazione. L’importante è non avere fretta, ma prendersi il proprio tempo per abbattere questo muro. È essenziale cercare di non evitare gi attacchi di panico che seguono l’agorafobia, ma lasciarli arrivare e affrontarli. Poco a poco le paure spariranno.

La fitoterapia
I rimedi naturali hanno un’alta percentuale di successo nel trattare i sintomi di questo disturbo e aiutano a prevenire le ricadute e con pochi effetti secondari. Alcune delle terapie più efficaci sono:

  • Valeriana, Camomilla, Passiflora e Lavanda: Aiutano a equilibrare il sistema nervoso e hanno proprietà sedanti e ansiolitiche;
  • Melissa: efficace rilassante muscolare che riduce la frequenza dei battiti cardiaci.

Per fronteggiare questa patologia, puoi utilizzare anche i fiori di Back

Tecniche di rilassamento

  • Visualizzazione: questa tecnica consiste nel ricreare mentalmente le paure e confrontarsi con esse finché i sintomi non spariranno;
  • Esercizi di rilassamento e respirazione: tecniche molto utili per eliminare l’iperventilazione e diminuire l’ansia in pazienti agorafobici, utili per diminuire la tensione muscolare e mentale provocate dalla paura. Questi esercizi generano una sensazione di calma e pace;
  • Esercizi di meditazione, usati per esercitare un controllo totale delle situazioni che producono ansia, tramite un allenamento della concentrazione;
  • Pensiero positivo, sempre. Allontanare dalla mente i pensieri negativi che ci spingono in un tunnel senza uscita.

In ogni caso, l’agorafobia è un disturbo psicologico che può condizionare la qualità di vita di chi ne soffre. È sempre raccomandabile consultare uno specialista che tratti i disturbi dell’ansia. Nel caso si stia già seguendo un trattamento farmacologico, chiedere sempre un consulto sull'interazione tra gli elementi naturali e i farmaci.

Attacchi di panico e agorafobia si possono superare con un po’ di forza di volontà e un trattamento adeguato.

Link utili

Pazienti.it - Agorafobia

Fiori di Bach per agorafobia

Criteri diagnostici per l'Agorafobia secondo il DSM IV