Le otto fasi per ristrutturare il bagno di casa

Per ristrutturare un bagno si coinvolgono diverse figure professionali quali, muratore, idraulico, piastrellista, elettricista ed imbianchino, diventa dunque fondamentale per il corretto svolgimento dei lavori che il tutto sia organizzato a dovere ecco dunque il primo consiglio: rivolgersi ad aziende specializzate, strutturate con delle squadre complete di tutti i professionisti che parteciperanno ai lavori in modo da non dovervi preoccupare direttamente della loro organizzazione nei vari step in cui si alternano per svolgere il proprio lavoro. Vediamo ora le varie fasi di rifacimento del nostro bagno in modo da essere consapevoli dei vari passaggi e capire cosa ci aspetta.

Bagno exstra lusso

Ristrutturazione del bagno: le otto fasi

Prima fase: smantellamento del pavimento e del massetto

Bagno senza pavimento, maioliche, sanitariPer procedere alla ristrutturazione del bagno occorre anzitutto smantellare il pavimento ed il massetto. Questa prima fase della durata di un giorno, è certamente la più caotica e rumorosa, dopo aver chiuso l'acqua e inseriti i tappi provvisori sulle tubature, i muratori provvederanno alla rimozione dei sanitari e successivamente armati di mazzetta e scalpello (in alternativa con uno scalpellatore elettrico) provvederanno a rimuovere la pavimentazione ed il massetto sottostante arrivando a liberare le tubazioni idrauliche. Ora la parte più rumorosa è terminata dunque si provvederà allo sgombero del materiale di risulta (calcinacci) che verrnno riposti in appositi sacchetti pronti per essere smaltiti dopo aver chiamato l'automezzo autorizzato al ritiro dei calcinacci (occorre smaltire questi materiali in specifiche discariche, costo dell'operazione circa 150,00 euro). Una bella spazzata e si potrà procedere alla seconda fase per ristrutturare il bagno.homb giu

Seconda fase: ristrutturare l'impianto idraulico del bagno

Sifone scarico principalePer ristrutturare l'impanto idraulico occorre assolutamente affidare l'incarico ad un professionista che sia autorizzato a rilasciare al termine dei lavori, la documentazione che gli stessi siano stati fatti secondo le norme vigenti (decreto Ministeriale n. 37 del 22/1/2008).

Le tubature non sono più in metallo o lega ma bensì in pvc e polietene ad alta densità, prima della posa degli stessi occorrerà fornire all'idraulico le schede tecniche dei sanitari che avete precedentemente scelto in quanto serviranno per posizionare correttamente le tubature evitando così spiacevoli sorprese al momento della installazione degli stessi.homb giu

Terza fase: l'impianto elettrico

La ristrutturazione del bagno passa adesso nella fase del rifacimento dell'impianto elettrico che come quello idraulico necessita di personale qualificato ed autorizzato al rilascio della documentazione di conformità, la legge 46/90 richiede che l'installatore certifichi che l'impianto è a norma, sarà cura del cliente custodire tale documentazione che in caso di incidenti verrà richiesta dalle autorità competenti.

homb giu

Quarta fase: pareti ed intonaco

QParziale rifacimento della parete per riportare a livello la parte staccatasi dell'intonacouando si demolisce il rivestimento in maiolica può succedere che si stacchi anche l'intonaco aumentando notevolmente il costo dell'opera, occorrerà quindi ripristinare le parti distaccatesi portando a livello la parete in modo da fornire una superficie piana per le nuove maioliche.

In alternativa per evitare il distacco dell'intonaco e di conseguenza l'aumento dell'incidenza sulla spesa si potrà optare per incollare le nuove maioliche sulle vecchie ottenendo risparmio di tempo e di denaro, ovviamente a danno delle finiture che ne risentiranno a causa del maggiore spessore che verrà a crearsi, visibile soprattutto nei contorni porte e nello stacco tra parete e rivestimento.homb giu

Quinta fase: rifacimento del massetto nella ristrutturazione del bagno

Qui si è rifatto il massettoPrima della posa del pavimento occorre realizzare il massetto che deve essere alto minimo 3 centimetri in modo da coprire le tubature successivamente sullo stesso sarà posizionato una sottile rete metallica onde evitare il formarsi di piccole fessurazioni.

La superficie sarà liscia in modo da semplificare la posa in opera delle maioliche che aderiranno perfettamente allo stesso grazie alla colla.homb giu

Sesta fase: pavimenti e rivestimenti

Fatto il massetto si procede alla posa del pavimento e dei rivestimenti che sono fissati con la colla e successivamente vengono stuccate le fughe. Ora siamo pronti per la posa in opera dei sanitari.

Scegliere le maioliche per il proprio bagno è una vera impresa; ve ne sono di tantissimi tipi per cui ci limitiamo ad indicarvi il costo medio da cui partire che è di circa 12,00 € al mq.

Settima fase: posa in opera delle rubinetterie e dei sanitari

Sanitati e rubinetterie possono essere installateGiunti a questo punto viene la posa dei sanitari che possono essere a terra o sospesi a seconda dei gusti. Le aziende produttrici di sanitari per il bagno sono moltissime ed i prezzi oscillano spesso in funzione dell'estetica più che della qualità.

Il compito di posizionare e collegare i sanitari all'impianto idrico è affidato all'idraulico; in due impiegheranno circa mezza giornata. Un buon idraulico curerà questa fase con molta attenzione onde evitare perdite di acqua che potrebbero causare notevoli problemi dopo la ristrutturazione.homb giu

Ottava fase: la pittura

ora abbiamo quasi finito di ristrutturare il bagno e per concludere si procede alla pittura delle parti prive di rivestimento, avendo cura di scegliere pitture resistenti alle muffe in modo da limitare al massimo la formazione delle stesse.

Ristrutturazione bagno: costi

Per ristrutturare un bagno di medie dimensioni, molte ditte specializzate offrono questo servizio con la formula "servizio chiavi in mano" ed i prezzi vanno dai 3900 € ai 6000 € (sanitari inclusi). Queste offerte generalmente riescono a soddisfare la maggior parte delle esigenze, sia per qualità che per praticità.

Alcuni prezzi: miscelatore € 50,00 lavabo € 60,00, bidet e wc € 60,00 cadauno, piatto doccia circa € 80,00, cabina doccia circa € 250,00 ( struttura in alluminio e vetro temperato ). I prezzi sono riferiti a prodotti di fascia media, senza particolari finiture.

Rifacimento bagno: consigli

Se ben organizzati è possibile ristrutturare il bagno in 5 -7 giorni lavorativi.

Se scegliete una ditta in grado di offrirvi un servizio completo incluse le documentazioni dei lavori svolti a norma, questo vi permetterà di avere un unico referente ed i lavori saranno più scorrevoli.

Ricordate che a meno che non facciate un bagno di lusso il costo maggiore da sostenere è la manodopera ( per bagni di edilizia popolare) quindi le aziende strutturate per fare questo genere di lavori tenderanno ad essere più competitive.

Scelti per te