Costo ristrutturazione bagno

Il costo ristrutturazione bagno dipende, ovviamente, da una grande varietà di fattori: non solo dalle dimensioni del locale, ma anche dal tipo di intervento necessario, dall'accessibilità della casa, e così via. Ecco, dunque, una rapida guida che permette di orientarsi tra prezzi medi e tariffe, da tenere sempre in considerazione.

Bagno

 

Costo ristrutturazione bagno: cosa bisogna sapere

Il costo ristrutturazione bagno è il risultato di una vasta gamma di variabili, ognuna delle quali ha un peso specifico nel determinare i costi da sostenere. Partendo dal presupposto che ogni situazione deve essere valutata a sé, può comunque servire avere a disposizione delle informazioni a proposito del budget di cui si potrebbe aver bisogno.

In linea di massima, il costo per ristrutturare un bagno di piccole dimensioni si aggira tra i 3mila e i 5mila euro: in particolare, servono più o meno 2mila euro per il lavabo, i sanitari e il piatto della doccia, a cui bisogna aggiungere il costo dei rivestimenti e dei pavimenti.

Ovviamente, molto dipende dal tipo di rivestimento a cui si fa riferimento: per esempio, per le mattonelle si possono ipotizzare prezzi di 50 euro al metro quadro; il che vuol dire 250 euro per un bagno di cinque metri quadri (piccolo) o di 500 euro per un bagno di dieci metri quadri (un po' più grande). Si tratta, come ovvio, di una stima generale, in quanto è possibile trovare anche rivestimenti o piastrelle che hanno un costo inferiore ai 50 euro per metro quadro ma che, in ogni caso, garantiscono la stessa qualità.

C'è, poi, l'impianto idraulico, che in genere rappresenta la spesa più consistente: è raro riuscire a cavarsela con meno di 1.500 euro. Poi ci sono altri costi, che non è detto siano sempre previsti: la demolizione del pavimento, la creazione del sottofondo indispensabile per rifare l'impianto, la posa dei rubinetti, la posa delle piastrelle, e così via. Vale sempre il consiglio che chi più spende meno spende: nel senso che è consigliabile diffidare di imprese che propongono preventivi di spesa e tariffe troppo basse, perché il rischio è quello di incappare in lavori di bassa qualità che richiederebbero un ulteriore intervento dopo poco tempo.

Costo ristrutturazione bagno: quali spese attendersi

Ecco che, con una media molto generica, si può dire che il costo ristrutturazione bagno di media grandezza può aggirarsi attorno ai 5mila euro: il che, comunque, non vuol dire che ci sarà un esborso effettivo di 5mila euro, dal momento che è sempre bene non dimenticare che per i lavori di ristrutturazione sono previsti delle detrazioni fiscali piuttosto consistenti.

Il costo base è, evidentemente, suscettibile di molte variazioni a seconda della scelta dei materiali, mentre è fisso quello della manodopera. A meno che non ci si voglia fidare di informazioni poco corrette o poco precise, dunque, non è possibile stabilire una cifra standard per il costo della ristrutturazione di un bagno: è per questo che la soluzione migliore è quella che prevede di richiedere uno o più preventivi alle aziende che operano nel settore attive sul territorio, anche perché non si possono fornire delle stime attendibili se prima non si è eseguito un sopralluogo della location in cui si dovrà lavorare.

Sono tanti i parametri in gioco quando si parla di trovare il costo ristrutturazione bagno: insomma, un conto è ristrutturare il bagno di una villetta singola e un conto è ristrutturare il bagno di un appartamento al terzo piano, non solo per le difficoltà dal punto di vista dell'accessibilità, ma anche per i potenziali disagi che si potrebbero arrecare agli altri inquilini.

Costo ristrutturazione bagno: cosa c'è da valutare?

Tra i numerosi aspetti che è bene prendere in considerazione per una valutazione adeguata del costo della ristrutturazione di un bagno ci sono:

  • la superficie del bagno;
  • l'altezza dei rivestimenti;
  • la presenza o meno di una vasca da bagno;
  • la tipologia dei sanitari: sospesi, a parete, a terra, e così via.

Una volta stabiliti tali punti di massima l'impresa che si occuperà dei lavori può, poi, progettare le opere da eseguire. Bisogna chiedere all'azienda se il costo proposto include tutte le fasi del lavoro, e cioè la progettazione, la demolizione, il rifacimento dell'impianto elettrico, il rifacimento delle opere murarie, il rifacimento dell'impianto idraulico, la posa dei sanitari, la posa dei rivestimenti, la posa dei pavimenti, la fornitura dei materiali e l'imbiancatura finale. In alcuni casi, per esempio, la progettazione potrebbe essere calcolata a parte. Per quel che riguarda i materiali da capitolato, invece, essi includono i rivestimenti, le piastrelle, il piatto doccia, i rubinetti, il box doccia e i sanitari.

Conclusioni

In sintesi, il costo ristrutturazione bagno deve essere valutato e calcolato in funzione di numerosi fattori: molto dipende dalle dimensioni del locale, dalla qualità dei materiali scelti, dalle tempistiche necessarie e dalla raggiungibilità del locale, ma ci sono anche numerosi altri elementi che entrano in gioco.