Come pulire l'argento: 10 modi semplici ed efficaci

Come pulire l'argento? Tutti in casa hanno qualche pezzo di argenteria: catenine, braccialetti, posate, vassoi, etc. Tuttavia, è risaputo che questo metallo si scurisce con il passare del tempo, soprattutto se non è tanto utilizzato. Fortunatamente, pulire l’argento non è un’operazione complessa né costosa. È un lavoro manuale semplice che richiede il minimo sforzo, ma che dà risultati formidabili. In questo articolo vediamo dei semplici rimedi “della nonna” per pulire l’argento.

Come pulire L'argento - Posate d'argento

Perché l’argento si macchia?

Prima di passare ai 10 metodi su come pulire l'argento, cerchiamo di capire perché l'argetto si annerisce! L’argento si annerisce a causa dell’aria e anche a causa del contratto con il corpo umano.  Per quanto riguarda l’aria, il problema è il solfuro di idrogeno (H2S), gas responsabile anche di molti cattivi odori che percepiamo durante la nostra vita. Si trova, ad esempio in alcuni gas o nella frutta in decomposizione. Quando questo gas entra in contatto con l’argento, tramite una reazione chimica, si genera il solfuro d’argento (Ag2S) che lascia l’oggetto annerito. Anche il PH della nostra pelle, il nostro sudore o il nostro profumo contribuiscono ad annerire i gioielli, rendendo l’azione di pulire l’argento molto frequente.

Come pulire l’argento: 10 metodi

Prevenire

Anche se il processo di annerimento dell’argento è quasi inevitabile, si può tentare di proteggerlo dal tempo e dagli agenti che lo anneriscono. Ricorda che, a parte l’annerimento, altri problemi di questi materiali possono essere: graffi, righe o altri segni. La cosa migliore è tenere l’argento avvolto in un tessuto morbido (cotone o velluto), per far sì che un pezzo non batta su un altro e si evitino righe e graffi.

1. Gomma da cancellare per pulire e lucidare l'argento

Potrebbe sembrare scontato e magari sciocco, ma la gomma da cancellare è molto utile per pulire l’argento. Toglie moltissime macchie e molto nero. Dopo aver provato questo rimedio penserete: “Come ho fatto a non pensarci?”. Provate questo rimedio prima di tutti gli altri, soprattutto se si puliscono dei pezzi d’argento grandi, come piatti o vassoi.

2. Buccia di banana

La parte interna della buccia di banana ha delle ottime proprietà contro lo sporco degli oggetti metallici. Per pulire l’argento con questo metodo, è sufficiente utilizzare la buccia fresca di una banana e strofinarla sul pezzo da pulire. Tuttavia, questo metodo presenta degli inconveniente: in base alla grandezza del pezzo d’argento da pulire, potrebbero essere necessarie molte bucce. Si raccomanda quindi di usare questo metodo con piccoli pezzi, come bracciali o collane.

3. Bicarbonato di sodio

Immancabile alleato in casa, il bicarbonato di sodio è molto utile anche per pulire e lucidare l’argento. Il bicarbonato di sodio produce una reazione che elimina il solfuro dall’argento. Per questo metodo è necessario mescolare acqua e bicarbonato, fino a formare una pasta. Spargere il composto  sulla superficie da pulire e strofinare con un panno morbido.

4. Limone e sale

L’acido citrico del limone, anch’esso utile alleato nelle pulizie della casa, aiuta a pulire l’argento e a conservarlo in perfetto stato. Tagliare un limone a metà e ricoprirlo di sale. Strofinare il pezzo d’argento che vogliamo pulire con questo rimedio, lasciar agire qualche minuto e infine strofinare e asciugare con un panno morbido.

5. Dentifricio

I componenti chimici del dentifricio eliminano lo zolfo, causa dell’annerimento dell’argento. Utile per pulire l’argenteria più grande. Prima di usare il dentifricio, però, è necessario pulire la superficie con acqua e sapone. Poi si applica il dentifricio con un panno, si lascia agire per qualche minuto e poi si elimina con un altro lavaggio.

 6. Ammoniaca

Mescolare in parti uguali acqua e ammoniaca. Questo rimedio è molto veloce, ma potenzialmente pericoloso, in quanto se lasciamo troppo l’ammoniaca a contatto con il metallo potremmo rischiare di rovinarlo. Sicuramente non si può usare l’ammoniaca per detergere l’argento nel caso siano presenti perle o altre pietre, perché è quasi certo che si rovineranno.  Proteggere sempre le vie respiratorie e le mani!

7. Mix di agenti

Per detergere e lucidare l’argento, preparare un mix con: un bicchiere d’acqua calda, un pugno di sale grosso, un cucchiaio di aceto e un goccio di sapone per i piatti. Mescolare bene, il sale deve sciogliersi nell’acqua. Immergere in questa soluzione l’argento da pulire. Lasciare l’argento ammollo per circa un quarto d’ora, lavarlo sotto il getto dell’acqua e asciugarlo con un panno di cotone. Utile soprattutto per piccoli pezzi, come spille, catenine o braccialetti.

8. Carta stagnola

Questo metodo è il più elaborato tra quelli elencati, ma garantisce ottimi risultati per detergere e pulire l’argento. Prendere un recipiente (le dimensioni variano in base al pezzo da pulire) e ricoprirlo con la carta stagnola. Riempirlo poi con acqua calda e sale. La reazione chimica che avviene tra sale e alluminio, elimina  il solfuro dall’argento. Lasciare ammollo l’oggetto per qualche minuto, poi toglierlo dalla soluzione e asciugarlo.

9. Pastiglie antiacido

Sì, proprio le pastiglie antiacido per lo stomaco. L’importante è che siano effervescenti. Anche in questo caso la reazione chimica è quella che ci interessa per pulire l’argento. Riempire un recipiente di acqua calda e inserire una o più pastiglie, a seconda delle dimensioni del recipiente e lasciarle dissolvere. Porre all’interno l’argento e lasciare che la soluzione agisca. Dopo qualche minuto toglierlo dalla soluzione e sciacquarlo con acqua corrente. Infine asciugarlo con un panno morbido.

10. Pulizia di gioielli in argento con o senza pietre preziose

In generale, pulire qualsiasi oggetto con pietre presuppone una difficoltà aggiuntiva.

  • Non usare acqua troppo calda: in certi oggetti d’argento, alcune pietre vengono attaccate con degli adesivi e l’acqua calda può danneggiarli, provocandone il distacco.
  • Sfregare con estrema attenzione: scegliere uno spazzolino da denti con setole morbide.
  • Come detto, non usare mai ammoniaca sulle perle in quanto può danneggiarne il colore naturale ed eliminare la patina protettiva.

Consigli generali per pulire l’argento

I metodi precedentemente elencati servono sia per pezzi grandi che per piccoli gioielli. Tuttavia è importante prendere alcune precauzioni, sia per la nostra salute che per l’argento stesso.

  • Spazzolino e pelle scamosciata: a volte, occorre necessariamente strofinare l’argento. È importante usare uno spazzolino con setole morbide, per non rigare l’argento e con setole diritte, per strofinare in linea retta. Una volta terminato il “lavaggio”, per detergere l’argento e lucidarlo al meglio, strofinarlo con la pelle scamosciata, e strofinare un po’ per far brillare di più il pezzo.
  • La cera: molto spesso, i pezzi d’argento che si hanno in casa sono proprio dei candelabri e sono sporchi di cera che sembra impossibile da togliere. Ovviamente, si devono evitare le unghie, come rimedio di pulizia, tanto meno è consigliabile usare la punta di un coltello o cose simili. Basta solo riempire un recipiente con acqua molto calda, lasciarvi all'interno il candelabro e l’acqua si porterà via la cera. Poi si potrà procedere scegliendo uno dei metodi elencati per pulire l’argento.
  • Prodotti specifici: in commercio ce ne sono molti, e non garantiscono lo stesso risultato “ecologico” degli altri, ma sicuramente sono veloci da usare.
  • Evitare residui: i residui dei rimedi, siano essi ecologici o chimici, possono macchiare definitivamente l’argento o corroderlo. Quindi è necessario sciacquare bene l’argento dopo averlo pulito con uno qualsiasi dei precedenti metodi.
  • Aerare gli ambienti e usare sempre i guanti: i rimedi elencati, reagendo con l’argento possono produrre dei gas tossici, in quanto liberano lo zolfo. Quindi è sempre necessario aprire la finestra affinché non si accumulino gas. È importante anche utilizzare dei guanti per proteggere la pelle e le unghie.

Per concludere

L’argento è un materiale che si trova con facilità in ogni casa, ma è anche un metallo che si annerisce facilmente. Fortunatamente ci sono molti validi rimedi per pulire l’argento, che non sono dispendiosi e richiedono veramente poco impegno. I metodi elencati in questo articolo sono, quasi tutti, ecologici al 100% e sicuramente efficaci.  Alcuni piccoli accorgimenti, poi, ci permetteranno di pulire l’argento in sicurezza, senza rovinarlo e -puntando sulla prevenzione- questa operazione può essere fatta raramente. La cosa essenziale, in ogni caso, è ricordare le principali norme di sicurezza, per cui è necessario proteggere le vie aeree e la pelle, nell’utilizzo di uno qualsiasi dei metodi sopraelencati.

Articoli correlati